Commercio

Le opportunità da un negozio per celiaci

2 Comments 20 dicembre 2010

La diffusione della celiachia richiama l’attenzione di un crescente numero di servizi ad essa dedicati.

Alle volte un’attenzione disinteressata verso le esigenze degli altri può anche portare a dei ritorni di tipo economico.
Non mi riferisco alla Responsabilità Sociale d’Impresa, ma a quello che potrebbe accadere a chi decidesse di aprire un negozio di alimenti per celiaci.

La celiachia è un’intolleranza permanente alla gliadina, che è una componente del glutine. Il glutine a sua volta è contenuto nel frumento, nell’orzo, nella segale, nell’avena, nel farro, nel kamut. Pertanto, tutti gli alimenti derivati dai suddetti cereali, o contenenti glutine in seguito a contaminazione, devono essere considerati tossici per i pazienti affetti da questa malattia.

Il glutine è presente in moltissimi alimenti: dalla pasta, al pane, ai dolci, ai gelati, ai formaggi, ai salumi, ai salatini, a molti succhi di frutta, insomma per un celiaco riuscire a mangiare senza sentirsi male non è impresa facile.
Per queste persone, infatti, nutrirsi con questi alimenti può causare seri danni al fisico.

La celiachia è una malattia che sembra si stia diffondendo con estrema velocità, o forse si stanno diffondendo solo le sue diagnosi.
Alcune stime parlano di almeno 500 mila persone malate, anche se solo 65 mila sarebbero quelli già diagnosticati.
Ad ogni modo, sempre più persone sono interessate a sapere con certezza che nei cibi che ingeriscono non sia assolutamente presente il glutine.

Spinti da una parte da un’attenzione solidaristica verso queste persone, e da una parte, senz’altro, anche da un interesse utilitaristico, molti ristoranti già da qualche anno, hanno iniziato a proporre menù gluten-free.
Li hanno seguiti a ruota anche alcune pasticcerie, dei panifici, alcuni banchi di salumi e formaggi.
In questo contesto lentamente si stanno diffondendo anche i negozi di alimenti confezionati unicamente dedicati agli alimenti per celiaci.

Spesso questo genere di alimento è comunque rintracciabile anche nelle migliori farmacie, parafarmacie ed erboristerie.
Tuttavia, una buona progettazione dell’attività potrebbe consentire anche ad un negozio esclusivamente alimentare di offrire solo questo genere di prodotto, oppure di integrarlo alla sua attuale offerta.
Certamente il mercato potenziale di un negozio di questo tipo è assai ristretto (per fortuna per tutti quelli che celiaci non sono!), ma allo stesso tempo, è un mercato che esprime un bisogno molto forte di poter reperire con facilità e varietà gli alimenti di cui ha bisogno.

Sono diversi i fornitori alimentari che ormai trattano solo questo genere di prodotti, e così in questo modo alcuni negozi sono diventati dei veri e propri store per celiaci.

Tra l’altro, trattandosi di una malattia, questi negozi possono convenzionarsi anche con il Sistema Sanitario Nazionale.

Vediamo come nel post La convenzione con l’ASL dei negozi per celiaci.

Simona
la vostra ricercatrice di opportunità 

Author

- who has written 59 posts on Crea il tuo lavoro.


Contact the author

Trackbacks/Pingbacks

  1. Le opportunità di convenzione con l’ASL per i negozi per celiaci | Crea il tuo lavoro - 23 dicembre 2010

    [...] il discorso del post precedente sulle opportunità derivanti dall’avviare un negozio di alimenti per celiaci, avevo concluso dicendo che questo genere di negozi possono convenzionarsi anche con il Sistema [...]

  2. La convenzione ASL per vendere alimenti per celiaci. | Crea il tuo lavoro - 1 marzo 2011

    [...] il discorso del post precedente, sull’Opportunità di avviare un negozio di alimenti per celiaci, avevo concluso dicendo che questo genere di negozi possono convenzionarsi anche con il Sistema [...]

Share your view

Post a comment

Il nostro network

Outsourcing Blog su facebook

© 2014 Crea il tuo lavoro. Powered by WordPress.

Web design di the creative way // Web design studio

cock growth buy test 300 steroids tren e dosage deca durabolin for sale facts on steroids